SALOM, Jaime

Visualizzazione di tutti i 8 risultati

Ha studiato medicina nella sua città natale e ha optato per la sua laurea in oftalmologia. E ‘stato membro del Consiglio Teatro del Ministero della Cultura fino al 1995 e consigliere d’onore della Società degli autori, presidente onorario dell’Associazione dei medici scrittori spagnoli e accademico della Reale Accademia di Medicina di Asturie e Leon e il reale Accademia di belle arti e scienze storiche di Toledo.2
La sua carriera letteraria risale agli anni ’40, con pezzi come Un bebu para papa (1948), in cui un certo interesse sociale è intravisto da questioni come il controllo delle nascite. L’inizio del suo successo commerciale nei teatri spagnoli iniziò nel 1955 con l’opera El mensaje. In questa fase inizia a configurare il proprio stile definito sulla base dei principi morali borghesi prevalenti al momento, ma sempre trattati dalla commedia leggera.
Dal 1963 la letteratura mostra una maggiore maturità, con opere come La Casa del capre, esempio di realismo sociale, e si conclude con una rottura con gli schemi sociali del momento, che trova la sua miglior esponente in viaggio su un trapezio e delfini. Quando iniziò la Transizione spagnola, il suo lavoro rivelò già in modo più esplicito una critica dei poteri stabiliti, ricreando a volte fatti e cifre storici come nel breve volo del gallo, negli ultimi anni di vita del padre di Francisco Franco.
Il Teatro Municipale di Parla porta il suo nome. Ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio Nazionale di Letteratura Fastenrath, l’Alvarez Quintero, Espinosa e Cortina, l’ultima tre assegnato dalla Accademia Reale League-, la città di Barcellona e tre volte quello della Critica di Madrid, due quello del Critico di Barcellona, ​​il Premio Bravo e recentemente il Premio del Critico del Teatro di New York per la qualità del suo lavoro.
Le sue opere sono state tradotte in francese, inglese, tedesco, greco, portoghese, italiano, slovacco, rumeno, fiammingo e arabo. Sono stati rappresentati in un gran numero di paesi europei e americani. Hanno anche realizzato versioni per film e televisione in Spagna, Messico, Germania, Bulgaria e Slovacchia. Ha anche pubblicato tre romanzi (Editorial Planeta) e numerosi articoli.2
Era sposato con l’attrice e scrittrice Montse Clot e aveva quattro figli dal suo primo matrimonio.
Morì il 25 gennaio 2013 a Sitges, Barcellona.