TAYLOR, Samuel

Visualizzazione di tutti i 2 risultati

Il drammaturgo Samuel Taylor, autore di questi successi di Broadway come “Sabrina Fair” e “Il piacere della sua compagnia”, nonché la sceneggiatura del thriller di Alfred Hitchcock ” Vertigo, “è morto ieri nella sua casa a Blue Hill, nel Maine. Il signor Taylor, che aveva 87 anni, era stato in condizioni di salute insufficienti nell’ultimo anno. Anche se si considerava principalmente un drammaturgo, in un’ironia che apprezzava pienamente, era meglio conosciuto per i due film che scrisse – “Vertigo” e la versione del 1954 di “Sabrina”, basata sulla sua opera e in seguito. ricostruito come film del 1995 con Harrison Ford e Julia Ormond. Il signor Taylor è nato a Chicago e la sua famiglia si è trasferita a San Francisco quando era un bambino. Si è laureato alla Lowell High School e ha frequentato l’Università della California a Berkeley nei primi anni ’30, interrompendo di tanto in tanto gli studi per diventare un marinaio mercantile. A metà degli anni ’30, Taylor si trasferì a New York per diventare uno scrittore. Chiese a Harold Ross un lavoro alla rivista New Yorker, ma quando Ross lo incaricò di uscire e intervistare le persone, Taylor scoprì rapidamente che il giornalismo non era il suo forte seme. Più interessato al teatro, ha presto trovato un lavoro di lettura di un agente.
Quando l’agente ha trovato opere che sembravano promettenti, ma aveva bisogno di un lavoro, ha chiesto al signor Taylor le sue idee. Il signor Taylor ha riscritto molte opere teatrali, alcune delle quali sono state in seguito prodotte. Sebbene non abbia ricevuto alcun credito, la sua reputazione nella comunità teatrale è cresciuta e ha ottenuto un lavoro come medico del gioco e riscrittura dell’uomo. Verso la fine degli anni ’30, Taylor ha lavorato a “What A Life” di Clifford Goldsmith e in seguito ha scritto script per la serie radiofonica “Aldrich Family”, basata sulla commedia Goldsmith. Dopo aver sposato la cantante SuzAnne Combes Robinson nel 1940, Taylor ha lavorato alla radio e alla nascente industria televisiva. Pur mantenendo il suo lavoro di giorno come scrittore di radio e TV, Taylor ha trascorso diversi anni a scrivere “the Happy Time”, una commedia sulle debolezze di una famiglia franco-canadese negli anni Venti di Ottawa, adattata dal romanzo di Robert Fontaine. il dramma si aprì nel 1950 con recensioni entusiastiche, e il signor Taylor rinunciò a scrivere commedie radiofoniche in modo da poter dedicare a tempo pieno le sue opere. “Sabrina Fair” con Joseph Cotten e Margaret Sullavan, una storia di CinderElla sulla figlia di un autista che si innamora del figlio milionario della famiglia che occupa suo padre, aperto tre anni dopo. Il regista Billy Wilder lo ha poi trasformato in un film con Humphrey Bogart, Audrey Hepburn e William Holden. Il signor Taylor ha poi scritto “Il piacere della sua compagnia” con Cornelia Otis Skinner, che ha recitato insieme a Cyril Ritchard. la commedia è ambientata a San Francisco e un critico la definì “la sorta di commedia gay e setosa di colleghi che mette tutti a proprio agio sul palco.” Mentre lavorava a quella recita, il signor Taylor fu assunto da Hitchcock per prova a salvare la sceneggiatura di “Vertigo”, che era già stata scritta da due scrittori. Mr. Taylor ha scritto una sceneggiatura sostanzialmente diversa, aggiungendo personaggi e decidendo di lasciare entrare il pubblico nei due terzi segreti del film, piuttosto che aspettare fino alla fine, come nelle versioni precedenti. Secondo il libro di Dan Auiler, “Vertigo: la creazione di un classico di Hitchcock”, Taylor ha anche raggiunto il ricordo della sua infanzia di crescere nella Bay Area per introdurre frammenti di colore di San Francisco che non erano stati nel sceneggiatura originale. Sebbene la maggior parte del film finale fosse il lavoro di Taylor, abbastanza sceneggiatura dello scrittore Alec Coppel permise alla Writers ‘Guild di ordinare che entrambi gli scrittori condividessero il merito. Tra gli altri crediti cinematografici di Mr. Taylor c’erano un’altra immagine di Hitchcock, “Topaz” e “La storia di Eddy Duchin”, “Goodbye Again” e “Rosie.” “Vertigo”, che è stato presentato in anteprima nel 1958, è stato dato una nuova prospettiva di vita nel 1996, quando una versione restaurata del film è stata rilasciata a livello nazionale in una stampa di 70 mm. Nel 1998, l’American Film Institute ha definito “Vertigo” uno dei 100 migliori film d’America. L’unica incursione di Mr. Taylor nel mondo dei musical ha prodotto la commedia di Broadway del 1962 “No Strings”.