IL BACIO DELLA MORTE ,

Zoe Lang, una giovane attrice squattrinata, viene assoldata dall’ispettore capo Brocklebank e il suo assistente Bernard della polizia londinese, per una missione molto rischiosa: catturare il pericoloso serial killer chiamato “Il Chirurgo”. La giovane attrice accetta di interpretare la parte della giovane tossicomane senza tetto, ovvero l’esca a cui far abboccare il killer. Zoe, con la nuova identità di Natasha Campion riesce dunque ad avvicinare il Chirurgo, che si fa chiamare John Smith. L’uomo dopo averla rinchiusa in uno scantinato costringe la ragazza ad una inquietante farsa. La tensione sale fino al momento in cui il killer buttandole addosso delle “frattaglie” sanguinolente non le rivela che quello è tutto ciò che resta della vera Natasha Campion. Paradossalmente proprio in quel momento il killer la lascia andare affinché possa portare un messaggio al “caro” ispettore Brocklebank: il Chirurgo non si lascerà mai catturare a buon mercato. La missione sembra essere ormai saltata. Bernard rimprovera il collega di non aver detto a Zoe tutta la verità sull’ultima vittima, Caroline; ovvero che anch’ella era un agente di polizia, anche lei aveva operato come “esca” e che era stata uccisa e squartata orribilmente. Brocklebank non vuole arrendersi; sa che Zoe ha un’ombra nel suo passato… perciò è la persona  giusta. La ragazza vorrebbe abbandonare tutto ma il Chirurgo le telefona dimostrandole di sapere tutto di lei, dal suo indirizzo al suo terribile segreto: l’abuso sessuale da parte dello zio. Lo shock è enorme per Zoe, ma a questo segue la rabbia e poi un’intuizione. Chi poteva aver accesso a quell’informazione così riservata se non proprio un agente di polizia? Brocklebank è così messo alle strette da Zoe e le racconta tutto di Caroline; le rivela che il Chirurgo convinse l’agente di essere un collega e far parte di una esercitazione. Questa è la miccia che spingerà Zoe ad incontrarsi di nuovo con il killer. La situazione precipita e al culmine l’uomo userà la stessa tecnica: dice di chiamarsi Jerry Collingwood, uno degli agenti che insieme a Bernard e Brocklebank, lavora al caso del Chirurgo. Tutto ciò che Zoe ha passato è in realtà un’esercitazione. Sopraggiunge la polizia, il killer tenta di disarmare Zoe e nella colluttazione l’uomo muore. Immediatamente Bernard e Brocklebank fanno irruzione nella stanza e il caso è chiuso. Ma un abilissimo colpo di scena tiene con il fiato sospeso fino alle ultime battute. Il vero liev motiv dell’opera è la poesia di William Blake “Tyger Tyger” che risuona come un inquietante sortilegio quasi a scandire un rito maledetto.

10.0015.00 IVA esclusa

Svuota

Personaggi: 3 uomini – 1 donna

Autore

Numero di Donne

Numero di Uomini

Supporto Sceneggiatura

, ,

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “IL BACIO DELLA MORTE”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *