A META’ DELL’ALBERO ,

Una satira sempre attuale sull’eterno soggetto del divario generazionale. Ma naturalmente, l’Autore non si accontenta di trastullarsi con un simile problema, ma lo affronta di slancio, col risultato che, nella sua commedia, la vecchia generazione batte la giovane al suo stesso gioco. Tutto ha inizio con il ritorno dal Medio Oriente di un generale che scopre di non riuscire quasi più a riconoscere i suoi figli. Il maschio è diventato un seguace dell’ultimo culto del momento, mentre la ragazza è stata messa incinta non si sa da chi. Invece che prendersela con i figli e l’universo mondo, il generale esamina la situazione, e riesce persino ad adattarsi. I figli protestano perché secondo loro li sta scimmiottando nel tentativo di svergognarli per riportarli nella società borghese. Lui è sicuro delle sue nuove scelte, e riesce ad elevare il nuovo culto ad altezze mai viste. Ben presto, sarà la società borghese a voler seguire l’esempio del generale.

10.0015.00 IVA esclusa

Svuota

Personaggi: 6 uomini – 3 donne

Autore

Numero di Donne

Numero di Uomini

Supporto Sceneggiatura

, ,

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “A META’ DELL’ALBERO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *