CANDIDA ,

Prima che sulle pubbliche scene fu rappresentata nel 1900 da una società di dilettanti. L’autore la chiama “un mistero”. Candida è moglie di un pastore anglicano, James Morell, d’idee sociali avanzate, oratore così eloquente da affascinare il pubblico, ma in fondo ingenuo. Ma è proprio per questo fondo di ingenuità, che Candida ama il marito: e quando di lei s’innamora un poeta diciottenne, di ricca famiglia, Eugene, il quale osa confessare la sua passione allo stesso Morell, Candida posta fra i due uomini e invitata a scegliere chiede all’uno e all’altro che cosa le offrono. Morell dichiara che non può offrirle  se non la sua protezione, la sua onestà di propostiti, il suo lavoro, la sua posizione sociale. “Questo è tutto ciò che un uomo può offrire a una donna”, dice lui, miglior predicatore che psicologo. Il giovanetto a sua volta le offre la sua debolezza, il bisogno del suo cuore. Candida allora esclama: “Io mi abbandono al più debole dei due”. Ma il più debole, al suo sicuro intuito appare il marito. La commedia originale nell’insieme, nonostante qualche affinità di situazioni con drammi ibseniani, è senza dubbio la più nobile creazione di Shaw. L’ironia cede alla simpatia cordiale e i personaggi hanno un rilievo di sentimento umano e dolente che è nuovo nel mondo di Shaw.

10.0015.00 IVA esclusa

Svuota

Personaggi:  4 uomini – 2 donne

Autore

Numero di Donne

Numero di Uomini

Supporto Sceneggiatura

, ,

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “CANDIDA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *